23 Novembre 2023

Tempo di lettura: 2min

La coppia e gli stereotipi sulle donne: l’anteprima ISTAT

Gaynet

L’anteprima della nuova indagine ISTAT fotografa l’immaginario sulle donne nella coppia rispetto agli uomini

È stata presentata il 22 novembre a Roma l’anteprima dell’indagine ISTAT ancora in corso “Stereotipi di genere e immagine sociale della violenza”. Durante la presentazione, le figure responsabili dell’Istituto hanno sottolineato che le rilevazioni specifiche sulla violenza sono ferme dal 2014, a causa di un ricorso al TAR contro la gara d’appalto. 

La maggior parte delle persone intervenute ha sottolineato l’importanza di un intervento preventivo e strutturale attraverso la scuola, contro la violenza e contro gli stereotipi di genere.

I dati

Secondo i dati emerge una minore tolleranza della violenza fisica nella coppia.

“Solo” il 2,3% delle persone ritiene infatti accettabile sempre o in alcune circostanze che “un ragazzo schiaffeggi la sua fidanzata perché ha civettato/flirtato con un altro uomo”, mentre per il 4,3% dei cittadini è accettabile sempre o in alcune circostanze che “in una coppia ci scappi uno schiaffo ogni tanto”.

Il 10,2% delle persone intervistate, soprattutto giovani, dichiara tuttavia di accettare ancora il controllo degli uomini sulla comunicazione (cellulare e social) della propria partner.

Nella fascia più giovane, 18-29 anni, questa idea è condivisa dal 16,1%, elemento che deve far riflettere ancora una volta sull’urgenza di provvedimenti che introducano l’educazione sessuale e affettiva in maniera curricolare nelle scuole di ogni ordine e grado, come più volte evidenziato dalla nostra associazione.

La distanza tra gli uomini e le donne

Con riferimento al periodo compreso tra il 2018 e il 2023 si riducono gli stereotipi sui ruoli di genere, ma si allarga la distanza tra le opinioni degli uomini e delle donne.  Sono soprattutto le donne ad avere meno stereotipi. Persistono, tuttavia, diverse rappresentazioni e idee indicative di un pensiero misogino.  Il 39,3% degli uomini pensa che una donna possa sottrarsi a un rapporto sessuale se davvero, mentre “solo” il 29,7% delle donne condivide questa idea. Quasi il 20% pensa che la violenza sia provocata dal modo di vestire delle donne.

Fortunatamente, oltre metà della popolazione, il 51,1%, di entrambi i generi e le varie fasce d’età  pensa che la violenza (fisica e/o sessuale) subita dalle donne in ambito affettivo   da mariti e compagni sia un fenomeno abbastanza diffuso, mentre il 28,8% pensa che sia molto diffuso.

Lo studio completo è consultabile sul sito dell’ISTAT 

CONDIVIDI DOVE VUOI

LEGGI ANCHE

  • Grecia, matrimonio egualitario ormai patrimonio del diritto europeo

    16 Febbraio 2024

  • La triptorelina si ferma in tribunale e lui è costretto alla mastectomia

    10 Febbraio 2024

  • Mamme cancellate a Milano, Famiglie Arcobaleno ancora nel mirino

    8 Febbraio 2024