30 Novembre 2023

Tempo di lettura: 2min

Giornata mondiale contro HIV: i dati dell’ISS nel 2022 in Italia

Alessandro Paesano

 

Come ogni anno l’Istituto Superiore della Santità pubblica, sul Notiziario ISS volume 36, n. 11 – novembre 2023, ha pubblicato i dati sulla sorveglianza nazionale delle nuove diagnosi di infezione da HIV.

HIV, i dati 2022

Nel 2022 le nuove diagnosi sono state 1.888 (nel 2021 erano 1.770, dato aggiornato a 1850 con l’aggiunta dei dati arrivati con ritardo) pari a 3,2 nuovi casi per ogni 100.000 residenti. 

L’incidenza (casi/popolazione) italiana (3.2) è inferiore alla media europea, sia dell’Europa centrale (4,5) che di quella occidentale (5,1).

L’incidenza più elevata si riscontra nella fascia di età 30-39 anni, fino al 2019 si riscontrava nella fascia di età 25-29 anni.

HIV, i dati sulla tipologia di trasmissione

Il numero più elevato di diagnosi è, come per gli anni precedenti, attribuibile alla trasmissione sessuale così distribuita:

  • trasmissione eterosessuale 43% (25,1% maschi e 17,9% femmine);
  • maschi che fanno sesso con maschi (MSM) 40,9%.

I maschi, sia MSM che eterosessuali, da soli, raggiungono il 66% delle diagnosi per trasmissione sessuale.

Prendendo in considerazione anche le altre modalità di trasmissione (IDU e non indicate) le diagnosi che coinvolgono maschi salgono al 78,7%.

Nel 2022, le diagnosi che riguardano persone straniere sono il 31,2% una percentuale pressoché stabile nel tempo (2109-2022) con valori intorno al 30%. 

Il 55,1% delle nuove diagnosi tra le persone straniere è attribuibile a rapporti sessuali etero (femmine 31,6%, maschi 23,5%).

HIV, i dati sulla scoperta tardiva della sieropositività

Dal 2015 è in aumento il numero di persone cui l’infezione da HIV cui viene diagnosticata tardivamente (con bassi CD4 o in AIDS).

Le persone Late presenters (cioè con un numero basso di linfociti T) sono in italia il 58,1 % di tutti i casi, sensibilmente più alti di ogni media europea.

AIDS 

Il Registro Nazionale AIDS, attivo dal 1982, nel 2022 ha registrato 403 nuove diagnosi di AIDS, pari a un’incidenza di 0,7 casi per 100.000 residenti.

Nel 2022, i dati mostrano che tra le nuove diagnosi di AIDS, l’84% riguardava persone che avevano scoperto di essere HIV positive nei sei mesi precedenti alla diagnosi di AIDS. Stabili i decessi per Aids,  nel 2022 sono stati 528.

Dove fare i test HIV e per le altre IST 

Per maggiori e più approfondite informazioni nonchè per un orientamento specifico all’effettuazione dei test ci si può rivolgere al proprio medico curante oppure ai Servizi di HIV/AIDS/IST Counselling telefonico, quali il Telefono Verde AIDS e IST dell’Istituto Superiore di Sanità (800861061), i Servizi della ReTe AIDS nonchè più in generale i Servizi informativi delle Strutture Pubbliche e delle Organizzazioni Non Governative.

 

 

 

 

CONDIVIDI DOVE VUOI

LEGGI ANCHE

  • Grecia, matrimonio egualitario ormai patrimonio del diritto europeo

    16 Febbraio 2024

  • La triptorelina si ferma in tribunale e lui è costretto alla mastectomia

    10 Febbraio 2024

  • Mamme cancellate a Milano, Famiglie Arcobaleno ancora nel mirino

    8 Febbraio 2024